Back to the overview

Correspondence of Christofforo Suriano (1616-1623)

Christofforo Suriano was the first Venetian envoy in the Dutch Republic. This editorial project discloses his full correspondence. It includes all letters Suriano sent to the Venetian Senate between 1616 and 1623, totaling ca. 7,000 pages. Suriano’s correspondence is of great value to Dutch and European history in the early seventeenth century. It marks, moreover, the starting point of official Dutch-Italian diplomatic relationships.

At the start of the seventeenth century, the Dutch Republic was a newcomer on the international stage. After the conclusion of the Truce with Spain in 1609, Dutch diplomacy developed quickly. The Republic entered into various strategic alliances in order to be able to withstand Spain once the truce ended. The Venetian Republic played a crucial role in the Dutch strategy to build a broad anti-Spanish alliance. The Venetians, on the other, had a great need of foreign support in their own wars. Suriano’s arrival, in the Summer of 1616, was therefore of great importance for both republics.

In the following seven years, Suriano would remain in The Hague to represent Venetian interests in the Dutch Republic. He wrote one to three letters to Doge and Senate every week. In them, he relates numerous particularities unknown from other sources. For instance, he regularly recorded verbatim the conversations he had with statesmen and diplomats in The Hague. Through this correspondence, moreover, researchers will gain new insights into the development of Venetian-Dutch relations and numerous important international issues in the running up to the Thirty Years’ War.

The project will result in a modern, annotated digital edition, with English-language abstracts. Both high-res images of the original letters and a fully searchable text will become available for research in open access. Researcher and editor is Dr Nina Lamal and the project leader is Dr Helmer Helmers of the NL-Lab of the KNAW Humanities Cluster.

The transcriptions are being made by Dr. Ruben Celani, Dr. Flavia Di Giampaolo, Dr. Federica D’Uonno, Dr. Vera Frantellizzi, dr. Cristina Lezzi, Dr. Giorgia Proietti, Dr. Angelo Restaino, Dr. Filippo Sedda.

 * * * * *

La corrispondenza di Christofforo Suriano, delegato della Serenissima in Olanda (1616-1623)

Questo progetto editoriale presenta per la prima volta la corrispondenza completa (inedita) di Christofforo Suriano, il primo legato veneziano presso la Repubblica Olandese. Comprende tutte le lettere che Suriano inviò al Senato tra il 1616 e il 1623, per un totale di circa 7000 pagine. La corrispondenza di Suriano è di grande valore per la storia olandese ed europea del primo Seicento. Segna, inoltre, il punto di partenza delle relazioni diplomatiche ufficiali italo-olandesi.

All’inizio del Seicento, la Repubblica olandese era l’ultimo arrivato sulla scena internazionale. Dopo la conclusione della Tregua con la Spagna nel 1609, la diplomazia olandese ebbe un rapido sviluppo. La Repubblica olandese strinse alleanze strategiche per fronteggiare la Spagna una volta terminata la Tregua. In questo contesto, la Repubblica di Venezia ebbe un ruolo cruciale nella costruzione di un’ampia alleanza anti-spagnola. I Veneziani, d’altra parte, avevano un grande bisogno di sostegno straniero nelle loro operazioni militari. L’arrivo di Suriano nell’estate del 1616 fu quindi uno spartiacque per le due repubbliche.

Per i sette anni successivi, Suriano rimase all’Aia per rappresentare gli interessi della Serenissima presso la Repubblica olandese. Ogni settimana scriveva da una e tre lettere al Doge e al Senato. In esse rivela numerosi dettagli mancanti in altre fonti. Per esempio, registrava regolarmente alla lettera le conversazioni che aveva avuto con statisti e diplomatici all’Aia. Attraverso questo scambio epistolare, inoltre, gli studiosi acquisiranno nuove conoscenze sullo sviluppo dei rapporti tra queste due repubbliche e su numerose importanti questioni internazionali in vista della Guerra dei Trent’anni (1618-1648).

Tra i risultati del progetto vi sarà una moderna edizione digitale commentata con riassunti in inglese. Renderemo disponibili sia immagini in alta risoluzione delle lettere originali, sia un testo interamente ricercabile in open access. La ricercatrice per il progetto è la Dott.ssa Nina Lamal, il responsabile del progetto è il Dott. Helmer Helmers del NL-Lab del KNAW Humanities Cluster.

Le trascrizioni sono curate da Dott. Ruben Celani, Dott.sa Flavia Di Giampaolo, Dott.sa Federica D’Uonno, Dott.sa Vera Frantellizzi, Dott.sa Cristina Lezzi, Dott.sa Giorgia Proietti, Dott. Angelo Restaino, Dott. Filippo Sedda.